CASTELLAMMARE DI STABIA (NAPOLI) – Prosegue a Castellammare di Stabia il primo Festival Viviani in programma alle Antiche Terme fino a domenica 28 maggio.  Una manifestazione sostenuta dalla Regione Campania, curata da Giulio Baffi e realizzata dalla Fondazione Campania dei Festival presieduta da Luigi Grispello, con la collaborazione del Comune di Castellammare di Stabia e Le Nuvole. Il programma di venerdì 26 maggio propone, alle 20.30 in Piazza Municipio , il concerto “Devoti a Viviani” con la Piccola Banda Urbana di Ciro Riccardi e Antonella Monetti. Uno   spettacolo  itinerante che propone originali arrangiamenti dei brani di Raffaele Viviani in chiave bandistica e popolare, con fiati e percussioni e fisarmoniche, batterie e chitarre.  “Un camioncino addobbato – spigano Antonella Monetti e Ciro Riccardi  – come se fosse una piccola “cassa armonica”, è posizionato in piazza,  mentre una piccola banda di dodici musicisti, già suona La rumba degli scugnizzi”.  Una musica diversa, affascinante che qui realizza l’obbiettivo di rinnovare l’ascolto delle opere e dei brani di Viviani, grande protagonista della storia teatrale e musicale del secolo passato. In scena: Adriano Falivene, mimo; Alexandre Cerdà, tuba; Antonino Anastasia, percussioni; Charles Ferris, tromba e trombone; Ciro Riccardi, tromba e arrangiamenti; Dolores Melodia, voce e fisarmonica; Ivan D’alessandro, fonica e trombone; Luigi Esposito, fisarmonica; Massimiliano Sacchi, clarinetto e sax baritono; Pietro Santangelo, sax soprano e tenore; Raffaele Giglio, voce e chitarra; Salvatore Rainone, batteria; scene e costumi Cyop&Kaf; drammaturgia e regia Antonella Monetti; arrangiamenti e direzione musicale Ciro Riccardi.

Nel bellissimo spazio del Parco delle Antiche Terme di Stabia il programma di venerdì propone, nel pomeriggio, alle 17, l’incontro con il Cantiere “Viviani Graphic”  realizzato in collaborazione con Scuola Italiana di Comics che ha prodotto e realizzato per il Festival Viviani la mostra “Dal teatro al comics” prima fase di un progetto che trasporterà, in autunno con due pubblicazioni,  l’universo de L’ultimo scugnizzo e quello di Scalo marittimo di Viviani nei territori fantastici del disegno a fumetti.

Ancora alle Antiche Terme,  dalle 10 alle 13 del mattino, le attività dei “Cantieri Didattici”, coordinati da Antonia Lezza e dei “Cantieri Musicali” curati da Pasquale Scialò che presentano gli esiti dei tanti laboratori realizzati dallo scorso mese di marzo, nelle scuole di Castellammare di Stabia, a partire dall’Istituto Comprensivo Statale Di Capua, fino al Liceo Classico Plinio Seniore, passando per la Scuola Materna Primaria Basilio Cecchi, l’Istituto Comprensivo 2 Panzini, la Scuola Media Statale Stabiae, l’Istituto Tecnico Statale Renato Elia, l’IPSSEOA Raffaele Viviani, fino all’ IIS Enzo Ferrari, che hanno coinvolto centinaia di studenti avvicinandoli, ciascuno secondo le proprie specificità nell’indirizzo dei relativi studi, all’opera del grande concittadino Raffaele Viviani.

Visitabili le mostre “I volti del genio” con dieci foto dell’attore Raffaele Viviani scelte da Giuliano Longone Viviani; “Oggi Viviani”, a cura della Cattedra di Fotografia dell’Accademia BB AA di Napoli, e “Uomini e ferro: Castellammare, la fabbrica delle navi” , racconto per 90 immagini, a cura di Antonio Ferrara, Osvaldo Conte e Gino Coppola, dedicato al più antico cantiere navale d’Italia (tuttora in attività). Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

lascia un commento