CASTELLAMMARE DI STABIA (NAPOLI) – In prima nazionale al Festival Viviani, l’Orchestra di Piazza Vittorio, domenica 28 maggio (ore 21, alle Antiche Terme di Stabia) presenta “Cosmopolita napulitano”, con la partecipazione straordinaria di Viviana Cangiano e di Peppe Servillo.  Il concerto è il risultato del laboratorio curato da Peppe D’Argenzio e dall’Orchestra di Piazza Vittorio presso il liceo musicale Francesco Severi di Castellammare di Stabia. In scena, con l’Orchestra di Piazza Vittorio, formata da Peppe D’Argenzio (sassofoni e ance varie), Carlos Paz (voce e flauti andini), Emanuele Bultrini (chitarre), Kaw Dialy Mali Sissoko (voce e kora), Pino Pecorelli (voce, basso), Raul Scebba (voce e percussioni) e Ziad Trabelsi (voce e oud), con la partecipazione straordinaria di Viviana Cangiano e Peppe Servillo, suoneranno 18 allievi del Liceo Severi di Castellammare.

Nel lavoro realizzato dal gruppo di musicisti multietnici dell’Orchestra di Piazza Vittorio  insieme ai giovani studenti del liceo stabiese, i materiali sonori di Viviani diventano base fondativa di un percorso di conoscenza, condivisione ed integrazione multietnica che intreccia le culture musicali  dello spettacolo del primo Novecento con quelle contemporanee. “Un percorso – sottolinea Peppe D’Argenzio –  tanto napoletano quanto cosmopolita”.

Con questo concerto si conclude il Festival Viviani, parte integrante diCantieri Viviani”, un progetto didattico, culturale e spettacolare,  sostenuto dalla Regione Campania, curato da Giulio Baffi e realizzato dalla Fondazione Campania dei Festival presieduta da Luigi Grispello, con la collaborazione del Comune di Castellammare di Stabia e Le Nuvole.

Raffaele Viviani e il suo grande universo di musica e teatro è stato  fonte di ispirazione e riferimento per tutte le iniziative, tra spettacoli teatrali, laboratori didattici e musicali, concerti, video installazioni, mostre ed incontri, di una intensa settimana di programmazione,

a Castellammare di Stabia, dal 24 al 28 maggio 2017, nel bellissimo spazio del Parco delle Antiche Terme di Stabia riaperte per l’occasione dall’amministrazione comunale retta da Antonio Pannullo dopo 16 anni di abbandono.

Nell’ultima giornata del Festival, in scena alle Antiche Terme anche gli spettacoli “Viviani all’Opera dei Pupi” aneddoti, racconti, canzoni e pupi napoletani  di e con Aldo de Martino e Violetta Ercolano con la partecipazione di Cristian Izzo, Anna Spagnuolo, Salvatore Torregrossa (ore 11), “Devoti a Viviani” concerto per Piccola Banda Urbana a cura di Ciro Riccardi e Antonella Monetti (ore 12), “1926 Stazione Viviani fermata via Gemito” con Gabriele Saurio (ore 18.30).

lascia un commento