CASERTA – L’ ODIN TEATRET , la Scuola di Teatro e Recitazione  IL PENDOLO (CE),   l’Associazione IL COLIBRI’  di Sant’ Arpino (CE),  la Rassegna Nazionale  PULCINELLAMENTE,  il NEST Napoli Est Teatro di San Giovanni a Teduccio (NA) in collaborazione con le Associazioni “Capuanova” e “Aliante” di Capua (CE),  con l’Istituto “Sant’Antida” di Caserta e con il Patrocinio del Comune di Caserta, del Comune di Capua (CE e del Comune di Sant’Arpino (CE), dal 23 al 25 Marzo 2018, presso Palazzo Fazio a Capua, presentano uno straordinario evento culturale ed artistico. Per la prima volta l’Odin Teatret, gruppo storico nel panorama teatrale internazionale, sarà presente in Terra di Lavoro.  Infatti Eugenio Barba, maestro riconosciuto del Teatro Contemporaneo e padre fondatore dello stesso Odin, in collaborazione con Julia Varley, terrà a Capua un intensissimo Seminario dal titolo “Pensare per Azioni”. Sarà aperto ad attori, professionisti e non, ad allievi, performer, ricercatori teatrali, antropologi e studiosi. Il programma è ricchissimo ed articolato e prevede la presentazione dell’ultimo e bellissimo testo di E. Barba e N. Savarese “I Cinque Continenti del Teatro” (Ed. Di Pagina, Bari, 2017) con tre relatori d’eccezione, Giulio Baffi (critico teatrale di “Repubblica” – Presidente dei Critici Teatrali), Alfonso Amendola (professore di Sociologia dello spettacolo multimediale presso l’Università degli Studi di Salerno) e Maria Luisa Chirico (Direttore Dipartimento di Lettere e Beni Culturali dell’ Università degli Studi della Campania “L. Vanvitelli); seminario pratico dal titolo “Pensare per Azioni”; spettacolo “Ave Maria” di E. Barba con J. Varley (che si terrà presso il NEST – Napoli Est Teatro di S. Giovanni a Teduccio): “Il fratello morto” spettacolo dimostrazione con J. Varley e dialogo con gli spettatori; proiezione del docu-film “La conquista della differenza” (sulla storia dell’Odin Teatret). Nel corso della programmazione ci saranno varie cerimonie quali il conferimento a Barba del prestigioso Premio PulciNellaMente 2018 e l’adozione della “Mater Matuta” capuana. Inoltre Barba sarà insignito di un attestazione ufficiale di Benemerenza per meriti culturali da parte del Comune di Caserta. Insomma una grandissima kermesse culturale ed un’immersione nella poetica e nel mondo magico, visionario e rivoluzionario di questo “gigante” del teatro.

LASCIA UN COMMENTO